Novembre: il mese del Mirto

mirto

Il mirto è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Myrtaceae che cresce spontaneamente nelle aree ricoperte dalla macchia mediterranea.

Dalla macerazione delle sue bacche e delle foglie giovani, in Sardegna si produce il liquore di mirto (rosso: dalle bacche, bianco: dalle foglie o dalle bacche bianche). Usato prevalentemente come digestivo a fine pasto, ha un’aroma inconfondibile, non troppo dolce, non troppo amaro, dai toni aromatici, che ricordano la vegetazione in cui la pianta cresce.

Il suo aspetto ricorda vagamente quello di un mirtillo di dimensioni ridotte. La consistenza della bacca giunta a maturazione però è più dura e la polpa del frutto è meno carnosa e succosa.

La fioritura della pianta avviene nel periodo estivo e i fiori sono di colore bianco.

mirto

Il periodo di raccolta parte a novembre e può allungarsi fino a gennaio. Le bacche mature sono ricoperte da una sorta di pellicola prodotta dalla pianta stessa (la pruina). Questa sostanza rende l’aspetto della bacca opaco. La sua funzione è quella di proteggere il frutto dai raggi ultravioletti e dall’aggressione degli agenti atmosferici e dagli insetti.

Una raccolta qualitativa, volta a preservare le buone condizioni della pianta, andrebbe fatta esclusivamente a mano. Tuttavia le aziende che producono questo liquore in quantità industriali si sono dovute ingegnare per trovare un compromesso tra qualità e ottimizzazione della produzione. Procedono per questo, con una sorta di pettine che viene passato tra i rami, per velocizzare la raccolta e non rischiare di danneggiarle.

Nonostante la maggior parte delle aziende che producano mirto, lo facciano rispettando la tradizione e arrivando ad un prodotto finito genuino e prelibato, il miglior prodotto rimane quello di produzione propria.

Nel caso del mirto, la ricetta è semplice, e richiede solo tre ingredienti: le bacche del mirto, acqua, zucchero e alcool puro per liquori.

Di seguito il link alla ricetta dell’amica Simona che cura il blog “Panna Zucchero e Farina”, dove potrete trovare altre sfiziose ricette , tipiche della tradizione culinaria Sarda!

Buon divertimento e buon assaggio!

Lascia il tuo commento con Facebook!